DISABILI, I NOSTRI CENTRI SONO TUTTI COVID FREE

Dopo settimane di attesa, una svolta nelle strutture di Sospiro, Bedizzole e Brescia Test sierologici su oltre quattrocento residenti e più di mille tamponi. Sono tutti negativi.

 

Anche le residenze del dipartimento disabili di Sospiro, Bedizzole e Brescia sono Covid free. A distanza di una settimana d a l l’annuncio, da parte dei vertici di fondazione Sospiro, in cui si diceva che l’ar ea anziani non aveva più casi di positività al Coronavirus tra ospiti e personale, ora la tanto attesa buona notizia arriva anche per chi risiede e lavora nelle Rsd. «Come avevamo sperato, proprio nei giorni scorsi -spiega il presidente Giovanni Scotti - abbiamo avuto l’esito degli ultimi tamponi processati all’interno delle residenze disabili. Tutti i pazienti e operatori sono negativi. Dal 9 di aprile (ovvero da quando è stato concesso, ndc ) è iniziato uno screening che è durato tre mesi circa, che ha coinvolto 700 residenti tra Rsa e Rsd e 800 operatori. Ora, possiamo dire che tutti i nostri pazienti con disabilità, spiega ancora Scotti, sono risultati negativi. In questi difficili mesi in cui la pandemia ha travolto la nostra provincia e la nostra realtà è stato fatto un lavoro straordinario. Per quanto concerne la Rsd sono stati effettuati esami sierologici su oltre 400 residenti e più di mille tamponi. Ora possiamo, in modo più tranquillo riattivare le visite dei familiari, che per noi significa riattivare un legame affettivo che si era affievolito. Ogni giorno abbiamo sempre aggiornato le famiglie sullo stato di salute dei propri cari e, a turnazione, dalle prime settimane di marzo abbiamo garantito le videochiamate». La struttura dunque è completamente libera dal virus e proprio in questi giorni sono iniziati gli ingressi di nuovi ospiti. «Partendo adesso – prosegue Scotti – ci poniamo come obiettivo quello di tornare e pieno regime entro la fine del mese di settembre, questo anche per continuare a garantire a pieno il livello occupazione di tutti i nostri operatori». Nei giorni scorsi la fondazione aveva riorganizzato gli altri servizi per gli anziani: dall’accoglienz a di persone dimesse dall’ospedale per la riabilitazione, al centro diurno integrato, alla cosiddetta Rsa aperta, a ll’unità valutativa dell’A lzheimer. Sono stati attivati anche i servizi per i disabili, come l’ambulatorio minori, il centro diurno e i laboratori delle Rsd. «Ringrazio ancora – conclude Scotti - tutto il personale medico, gli infermieri, gli educatori e a tutti gli operatori. Da inizio marzo fino a fine aprile infatti due volte a settimana (da maggio ad oggi gli incontri sono stati diradati a una volta alla settimana, ndc ) si è riunito un comitato organizzativo con tutti i responsabili dei servizi per fare il punto dell’evolversi della situazione» 

condividi su: 

Ⓒ Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus

Piazza della Liberta, 2 - 26048 Sospiro (CR)

Tel. 0372 6201 - Fax 0372 620 299 - C.F. 80004030195 P.I. 00385470190

fondazione@fondazionesospiro.it - PEC: fondazionesospiro@raccomandata-ar.com

Copyrights 2015 - FONDAZIONE ISTITUTO OSPEDALIERO SOSPIRO - Tutti diritti riservati - Privacy Policy

 

By IT-Impresa