FAD

Data corso: 
Mercoledì, 1 Aprile, 2020
Destinatari: 
Tutte le professioni sanitarie
Sede: 
Online
Crediti ECM: 
7
Codice: 685 - 2658
Posti Disponibili: 
144
Prezzo: €25,00

144 posti disponibili.

"DOTTORE, IL PAZIENTE E' SVENUTO..." Le perdite di coscienza transitorie di natura sincopale nell'anziano

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

Dr.ssa MARIA CHIARA UBEZIO

Medico Geriatra, Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro ONLUS

AUTORE DI TESTI:

Dr.ssa MARIA CHIARA UBEZIO

Medico Geriatra, Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro ONLUS

PREMESSA:

La sincope rappresenta un problema clinico molto frequente, potenzialmente grave e spesso di difficile gestione, il cui trattamento necessita di un approccio clinico strutturato di tipo multidisciplinare.

Nel paziente anziano rappresenta un sintomo che comporta maggiori complessità diagnostiche rispetto ai pazienti più giovani per le difficoltà nella raccolta dell'anamnesi, per la presentazione clinica atipica e per le frequenti patologie associate.

L'incidenza della sincope nei pazienti anziani istituzionalizzati è del 6-7% in un anno, con una prevalenza del 10% ed un tasso di recidiva a due anni del 30%.

Questi dati sono probabilmente sottostimati a causa dell'esclusione degli episodi sincopali che si presentano come cadute. I fisiologici adattamenti, correlati con l'età, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa, dell'autoregolazione cerebrale, della sensibilità baroriflessa e della regolazione della volemia, in combinazione con patologie coesistenti e trattamenti farmacologici concomitanti, rendono ragione dell'elevata incidenza delle perdite di coscienza transitorie di natura sincopale nell'anziano.

OBIETTIVI FORMATIVI:

La sincope è una sindrome tipica dell'età geriatrica la cui prevalenza aumenta con l'età e che, anche quando riconosce cause benigne, soprattutto in età avanzata, può essere responsabile di una significativa morbilità secondaria agli esiti delle cadute. Nel paziente anziano, se non viene eseguita una valutazione diagnostica approfondita, in circa il 50 % dei casi la sincope rimane di natura indeterminata.

Molto diffusa risulta essere la prassi clinica di sottoporre i pazienti con perdita di coscienza transitoria a numerosi esami (Ecodoppler dei vasi del collo, TAC, RM cerebrale, ¿), anche se tale approccio risulta essere inappropriato, con scarso potere diagnostico e costo elevato. Un approccio guidato dalle linee guida aumenta l'appropriatezza della scelta degli esami e permette di ottenere un maggior numero di diagnosi conclusive.

La sincope rappresenta un problema frequente che impegna a fondo le nostre strutture sanitarie, l'approfondimento culturale di un'adeguata strategia diagnostico-terapeutica costituisce una priorità ed una sfida sotto il profilo clinico, organizzativo ed economico

STRUTTURA DEL CORSO:

MODULO 1: Definizione - Epidemiologia

MODULO 2: Classificazione e fisiopatologia delle perdite di coscienza transitorie di natura sincopale

MODULO 3: Valutazione iniziale del paziente con perdita di coscienza transitoria

MODULO 4: Strategie diagnostiche

MODULO 5: Prognosi, Terapia, Strategie di prevenzione

MODULO 6: Peculiarità dell’approccio diagnostico al paziente anziano con perdita di coscienza transitoria

 

Attivo dal 01/04/2020 al 01/12/2020

Ⓒ Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus

Piazza della Liberta, 2 - 26048 Sospiro (CR)

Tel. 0372 6201 - Fax 0372 620 299 - C.F. 80004030195 P.I. 00385470190

fondazione@fondazionesospiro.it - PEC: fondazionesospiro@raccomandata-ar.com

Copyrights 2015 - FONDAZIONE ISTITUTO OSPEDALIERO SOSPIRO - Tutti diritti riservati - Privacy Policy

 

By IT-Impresa