La riabilitazione

Protocollo accoglienza

L’ingresso di nuovi ospiti  prevede una serie di passaggi che mirano a favorirne una maggiore partecipazione e conoscenza dell’Ospite/paziente e della sua famiglia attraverso la corretta definizione del piano riabilitativo individuale (P.R.I.) iniziando in quel momento un rapporto di “alleanza” con il paziente e la famiglia stessa. Il  P.R.I.  è lo strumento che consente la focalizzazione dell’attenzione sul Paziente; in esso sono individuati e definiti i tempi, le modalità nonché la valutazione dei risultati al fine del completo soddisfacimento dei bisogni del Paziente.

Tutta l’Equipe è chiamata a dare il proprio contributo responsabile per il raggiungimento degli obiettivi definiti all’interno del P.R.I.

Presentazione dell'unità operativa cure intermedie

Struttura e comfort

L’attuale struttura nel padiglione S. Antonio è composta da 2  Nuclei rispettivamente uno da 20 posti letto (attualmente riabilitazione geriatrica) l’altro da 17 posti letto (attualmente riabilitazione specialistica, e riabilitazione di mantenimento).

Disposizione interna

Le persone, ricoverate nei nuclei, sono ospitate in camere a 1 o 2 posti letto. I posti letto sono dotati di pulsanti per le chiamate con letto mobile e predisposto per l'aggiunta di ausili (spondine, trapezio); comodini, armadi e poltroncine funzionali alle persone con limitata autonomia. Nelle stanze, inoltre, è presente un bagno con doccia dotato di ausili per disabili. E’ presente una palestra centrale e ogni nucleo è dotato di spazi comuni sala TV, sala da pranzo, cucina e bagni attrezzati). I nuclei sono dotati di impianto di condizionamento. Adiacente ad ogni Nucleo, inoltre, si trova uno spazio relax, dove è collocato il distributore automatico di bevande calde, fredde, snack e altri generi.

Disposizione esterna

L'area esterna è dotata di un parco.

I servizi dell'unità operativa cure intermedie

Servizio di assistenza alla persona

Tutti gli interventi di prevenzione e cura vengono svolti in coerenza con protocolli/linee guida per i principali problemi assistenziali e clinici: protocolli e linee-guida hanno lo scopo di uniformare gli interventi di tutti gli operatori garantendo omogeneità delle procedure e contribuendo al  mantenimento e ove possibile al miglioramento della qualità di vita.

Vengono utilizzati protocolli/linee guida per:

  • L' igiene dell'ospite nel rispetto della privacy
  • La somministrazione di alimenti e bevande
  • Il trattamento dell'incontinenza
  • La prevenzione delle cadute
  • La prevenzione ed il trattamento delle piaghe da decubito
  • L' utilizzo dei mezzi di contenzione.

Per ogni persona ospitata presso l’Unità viene redatta una cartella clinica (fascicolo socio-sanitario) nella quale si raccolgono le notizie familiari, sociali, anamnestiche, cliniche necessarie alla cura della persona.

Viene effettuata una valutazione multi-dimensionale e, successivamente, viene redatto dall'equipe il Progetto riabilitativo individuale (P.R.I); il piano riabilitativo individuale (p.r.i),  sottoposto a periodica revisione e aggiornamento.

Ogni ospite viene sottoposto periodicamente o secondo necessità a visita medica, esami ematochimici e strumentali, dei parametri vitali (peso, glicemia ..); nel caso di situazioni acute ricorrenti o emergenze, la disponibilità del medico e dell'infermiere è di 24 ore su 24.

In caso di necessità, la struttura si avvale della collaborazione di consulenti medici specialisti.

  • Settimanalmente viene effettuato il bagno assistito (condizioni cliniche permettendo)
  • Quotidianamente viene garantito il controllo dei presidi per l'incontinenza sfinterica, non inferiore a 4 volte al giorno e al bisogno
  • Quotidianamente viene monitorata la regolarità dell'alvo
  • Prevenzione costante dei rischi di immobilizzazione
  • Assistenza quotidiana ai pasti

Attività riabilitative

L'utente è la persona adulta, principalmente anziana con riduzione dell'autosufficienza di recente insorgenza che necessita di interventi integrati volti al recupero del livello preesistente di autosufficienza o, comunque, alla ottimizzazione delle funzioni residue.
Scopo dell'intervento è garantire il miglior livello funzionale della persona attraverso interventi attuati in regime residenziale, semiresidenziale, ambulatoriale.
L'offerta riabilitativa si rivolge anche al paziente in stato vegetativo persistente o anche a persone con demenza cognitiva, come previsto dalla normativa regionale.

Le prestazioni di riabilitazione, motoria, cognitiva, occupazionale e di altro tipo, secondo necessità clinica, hanno come obiettivo

  • recupero e mantenimento delle abilità cognitivo/motorie perse in seguito a patologie neurologiche, ortopediche, cardiologiche, respiratorie e di ambito geriatrico in genere, attraverso la somministrazione individuale e giornaliera dei seguenti trattamenti personalizzati
  • valutazione funzionale, kinesiterapia, terapia manuale, trazioni vertebrali manuali, rieducazione neuromotoria, valutazione neuropsicologica, riabilitazione cognitiva, rieducazione posturale, massoterapia, linfodrenaggio, riabilitazione respiratoria, bendaggi funzionali, applicazione di tutori con materiale termomodellabile, pressoterapia, laserterapia, radarterapia, ultrasuon, magnetoterapia, raggi infrarossi, raggi ultravioletti, elettroterapia antalgica, elettrostimolazione, ionoforesi, terapia occupazionale, psicomotricità.

Servizio di ristorazione

Il servizio di ristorazione è gestito dalla cucina interna della Fondazione, progettata e realizzata secondo moderni dettami scientifici, al fine di combinare requisiti di funzionalità ed ergonomia tali da offrire garanzie tecniche ed igienico sanitarie qualitativamente superiori.

Menu tipo

Primi: tre primi a scelta comprendenti risotti, pasta con varie tipologie di sughi, pastina in brodo o pastina glutinata
Secondi: due secondi a scelta comprendenti specialità di pesce, carne di pollo, manzo, vitello, maiale, uova, formaggi e insaccati
Contorni: verdure di stagione cotte, crude o gratinate
Frutta: frutta di stagione, frullati o frutta cotta
Idratazione di metà mattina e merenda: thè o succo di frutta e biscotti
Merenda: yogurt, fruttini, budini o merendine
Dolce: alla domenica a pranzo ed il mercoledì a cena

N.B. il menù stagionale è a rotazione di 4 settimane. Al bisogno o su richiesta del medico sono disponibili diete personalizzate preparate dal servizio cucina su indicazione del dietista.

Assistenza religiosa

L'assistenza religiosa di culto cattolico è affidata al Cappellano della Fondazione contattabile tramite il Coordinatore Infermieristico. La S. Messa viene celebrata la domenica mattina alle ore 09.00 presso la cappella della RSA (Geriatria C1). Le persone che non sono autonome nel raggiungere la Cappella vengono aiutate da volontari ed operatori. Il sacerdote effettuata visite nei reparti e somministra i sacramenti ai letti dei degenti. Gli ospiti aderenti ad altre convinzioni religiose possono professare liberamente il loro credo.

Parrucchiera

Il servizio parrucchiera viene erogato a richiesta e a pagamento.

Igiene ambientale

La pulizia delle stanze e degli ambienti comuni viene effettuata quotidianamente.

Qualità del servizio

La Fondazione, attraverso il coinvolgimento di ospiti e familiari, si pone l'obiettivo di fornire un servizio in grado di soddisfare i bisogni degli utenti. Utilizza, come strumento per la rilevazione della qualità percepita del servizio, un questionario di custode satisfaction
I risultati dell'indagine sono comunicati agli ospiti, ai familiari ed agli operatori della Fondazione. Al paziente e ai familiari è consentito, inoltre, attraverso un apposito modulo (reperibile presso ogni Unità Operativa) e l'Ufficio Sportello Unico di poter esprimere segnalazioni, suggerimenti o reclami.
La partecipazione degli utenti diviene, in questo modo, strumento fondamentale e stimolo per far si che il servizio erogato possa sempre più rispondere alle loro esigenze.

Servizio di supporto e sostegno alla famiglia

L'Assistente Sociale della Fondazione è presente tutti i giorni della settimana presso lo Sportello Unico e nei nuclei negli orari di apertura. Le funzioni svolte dall'Assistente Sociale sono:

  • aiuto alla persona ed alla famiglia
  • aiuto nella compilazione delle pratiche pensionistiche
  • aiuto nella compilazione di pratiche varie
  • contatti con le Assistenti Sociali di riferimento
  • contatti con i familiari
  • contatti con i servizi del territorio.

ASSISTENTE SOCIALE Tel. 0372/620224 E-mail: sportello.unico@fondazionesospiro.it

Codice Etico

La Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus opera nel rispetto dei diritti fondamentali dei pazienti assistiti a domicilio e si impegna ad osservare i contenuti del proprio Codice Etico comportamentale formalmente approvato nel rispetto delle norme regionali. Inoltre:

  • garantisce il rispetto della normativa e della contrattazione collettiva in materia di lavoro
  • garantisce il programma di sorveglianza sanitaria degli operatori, ai sensi del D.Lgs. 81/2008.

Visualizza il Codice Etico della Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus

Ⓒ Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus

Piazza della Liberta, 2 - 26048 Sospiro (CR)

Tel. 0372 6201 - Fax 0372 620 299 - C.F. 80004030195 P.I. 00385470190

fondazione@fondazionesospiro.it - PEC: fondazionesospiro@raccomandata-ar.com

Copyrights 2015 - FONDAZIONE ISTITUTO OSPEDALIERO SOSPIRO - Tutti diritti riservati - Privacy Policy

 

By IT-Impresa